coppia

 

INGHILTERRA – Jessica Fenner di 22 anni è stata travolta ed uccisa dal fidanzato Daniel Dutfield, due anni più grande di lei. Una svista che ha distrutto per sempre tre famiglie: la giovane era incinta ed avrebbe dovuto partorire nel giro di tre settimane.

Bastavano 24 giorni per permettere a Jessica di dare alla luce la sua prima figlia, gioia che non potrà mai più avere dopo che l’auto del fidanzato l’ha travolta a Morden, in Inghilterra. I due si erano stavano insieme da 6 anni ed avevano deciso da qualche mese di prendere casa insieme ed iniziare una nuova vita, appena Daniel ha scoperto che la fidanzata era incinta. La luce negli occhi di lei era completamente cambiata dopo la stupenda notizia dell’arrivo di una bambina, una felicità incontenibile.

LEGGI ANCHE: Milano, giovane coppia precipita da palazzo. Omicidio-suicidio?

Jessica, infatti, non tratteneva la gioia e poco prima di trasferirsi aveva scritto su Facebook: “Sono così eccitata dall’idea che andremo a vivere insieme in attesa della nostra piccola”. Felicità terminata sulla macchina dell’uomo con cui aveva deciso di andare a convivere. La corsa in ospedale non è servita a nulla: qualche ora dopo il ricovero i medici hanno dichiarato la morte di Jessica e della bambina che aveva in grembo.

Daniel, dopo l’incidente, è stato arrestato ed in seguito accusato della morte della fidanzata Jessica Fenner per guida pericolosa. Adesso rischia fino a 14 anni di carcere. Aveva conseguito la patente da meno di un anno ed era anche stato celebrato dalla stessa Jessica che su Facebook scrisse: “Ben fatto Dan hai passato il tuo esame di guida e io sono così orgogliosa di te. Ti amo”. Non avrebbe mai potuto immaginare che un traguardo del genere l’avrebbe portata alla morte.

LEGGI ANCHE: Taranto, ragazzina stuprata in strada: arrestati due 17enni