maltempo

Il Nord Italia fa scattare per la terza volta in un mese l’allarme per il maltempo. Una nuova ventata di intemperie è arrivata nelle regioni settentrionali portando disagi che si protrarranno anche al centro-sud. Nella parte nord-ovest, invece, la situazione è sempre la stessa: acqua che sgorga dai fiumi, allagamenti, frane e rallentamenti.

LIGURIA – La Protezione civile ha emanato la massima allerta (livello 2, ndr) per tutta la giornata. Nel Savonese la ferrovia è completamente bloccata: a causa di un allagamento dei binari alla stazione di Alassio è stato chiuso il tratto Andora-Albenga, così come il casello dell’autostrada di Albissola. Per una frana, inoltre, è stato chiuso il tratto della A10 tra Voltri e Genova.

LEGGI ANCHE: Liguria, è emergenza maltempo: due morti a Leivi

GENOVA – Un violentissimo temporale nella zona di ponente, in particolare il quartiere di Voltri, ha fatto esondare il torrente Cerusa. All’alba la perturbazione ha colpito la zona del Savonese dove è straripato sia il Sansobbio che il rio Basco. Fortunatamente il livello dell’acqua sta tornando, in queste ore, sotto i livelli di guardia.

SAVONA – L’Aurelia è stata chiusa per frane nella zona di Capo Santo Spirito e Punta Murena. Si registra, inoltre, l’esondazione di molti corsi d’acqua tra cui il rio San Rocco a Ceriale. Ci sono stati degli allagamenti anche ad Albisola e Savona dove il servizio pubblico degli autobus, ma solo per precauzione, è stato interrotto. Molte strade della provincia sono state chiuse causa smottamenti ed allagamenti.

LEGGI ANCHE: Maltempo, a Roma danni a Porta Pia. Le previsioni del weekend

PIEMONTE – La Protezione civile ha emanato l’allerta arancione (il grado 2 su una scala con valore massimo pari a 3) in quattro zone a nord e ad est, gialla in altre due, nelle vallate e nella pianura della zona nord. I temporali si erano interrotti per 36 ore ma ora si registrano precipitazioni molto sostenute tra il Biellese ed il Verbano-Cusio-Ossola e nella zona sud della regione.

ATTENZIONE AI LAGHI – L’Arpa prevede che la quantità d’acqua, nelle zone dove le perturbazioni saranno più insistenti, arriverà fino a 80-100 mm con picchi di 150. La neve sarà presente solo tra i 1.800 ed i 2.000 metri, mentre il livello dei laghi tornerà ad alzarsi. Il Maggiore, infatti, dovrebbe alzarsi di 15 cm.

LEGGI ANCHE: Roma, allerta maltempo: codice rosso e scuole chiuse

LOMBARDIA – Allerta in Brianza dove la Protezione Civile ha lanciato l’allarme per il fiume Lambro, salito a livello 3. Le strade ed i pinti tra Monza e gli altri comuni sono monitorati dalle primi luci della giornata e si attendono variazioni sulla viabilità.