Esclusiva Messaggero - Per Martinelli 14 anni trovata impiccata

 

ROMA – Una ragazza di 14 anni si è impiccata in casa a Trastevere, quartiere di Roma. Il corpo è stato ritrovato dalla madre con la quale, poco prima, aveva avuto una lite e si è uccisa attaccando una corda al soffitto. La ragazza era di origine capoverdiana ed era stata adottata dalla famiglia romana.

L’allarme è stato lanciato dai genitori al momento del loro rientro nell’appartamento e, sfortunatamente, all’arrivo dei soccorsi non c’è stato più nulla da fare. Il tutto sarebbe scaturito, secondo le ipotesi degli investigatori, da una brutta lite avuta con la mare adottiva ed il suicidio è stato compiuto nella giornata di ieri in un appartamento a Trastevere, quartiere di Roma. Alla base di tale litigio dovrebbe esserci un cellulare che la madre avrebbe scoperto alla giovane e di cui non conosceva la provenienza. L’allarme è stato lanciato dai genitori stessi che, dopo aver scoperto la ragazza impiccata ad una corda attaccata al soppalco della sua camera, hanno contattato la polizia ed il 118.

LEGGI ANCHE: Milano, giovane coppia precipita da palazzo. Omicidio-suicidio?

Purtroppo non è la prima volta che accadono delle situazioni del genere. Pochi giorni fa, infatti, vi abbiamo raccontato dell’omicidio-suicidio di una giovane coppia avvenuto a Milano. Anche in quel caso le due vittime erano giovanissime, uno di 20 e l’altra di 19 anni. Scene e situazioni di cui non vorremmo mai avere notizia ma che, purtroppo, accadono molto spesso ed alle volte per avvenimenti che non spiegano un atto di tale portata.