bangkok

 

BANGKOK – Due giovani turisti britannici, David Miller di 24 anni e Hannah Witheridge di 23, sono rimasti vittime di un omicidio avvenuto in Thailandia, più precisamente nell’isola di Koh Tao. Sono state rinvenute delle ferite sui corpi che portano a pensare ad un possibile stupro culminato con l’uccisione dei due ragazzi. La polizia thailandese ha messo in stato di fermo un ragazzo, anch’egli di origini britanniche, accusato di aver assassinato i suoi conterranei. Le vittime sono state ritrovate nella giornata di lunedì.

Secondo il sito della televisione Thai Pbs, il ragazzo fermato (un conoscente di David) aveva lasciato l’isola poco dopo aver compiuto l’omicidio prendendo il primo traghetto. Sono stati rinvenuti nella zona del delitto anche dei pantaloncini appartenenti a lui, rendendolo il sospetto numero uno.

LEGGI ANCHE: Alessandria, uccide la sorella con un fucile da caccia: “L’ho giustiziata”

Poche ore prima che fossero uccise, le vittime avevano preso parte ad una festa in spiaggia insieme ad altre decine di stranieri. I loro corpi sono stati ritrovati dietro alcune rocce sulla medesima spiaggia, nudi e quasi irriconoscibili per i colpi inflittigli tramite una zappa che è stata ritrovata a circa 30 metri di distanza completamente ricoperta di sangue.

Koh Tao è un’isola molto amata dai turisti per via dello stile di vita rilassato ed è una delle mete preferite per gli amanti delle immersioni. I corpi dei due giovani sono stati ritrovati sulla spiaggia di Sairi e, probabilmente, sono stati sorpresi mentre stavano rientrando nel loro bungalow.

LEGGI ANCHE: Inghilterra, muore 24 giorni prima del parto: travolta dal fidanzato