deryck whibley

 

 

Ad alcuni di voi, probabilmente il nome di Deryck Whibley non dirà nulla. Il rocker 34enne, frontman della band (amatissima dai giovani “alternativi”) Sum 41, è balzato agli onori della cronaca per aver sposato, nel lontano 2006, la sua collega (più nota al grande pubblico) Avril Lavigne. Il loro matrimonio d’ amore è durato ben quattro anni: un vero record per le “belle e dannate” star dello showbiz. Quei giorni d’ idillio devono sembrare lontanissimi al canadese Whibley, soprattutto adesso che il leader dei Sum 41 si trova impegnato a combattere una durissima guerra contro il nemico numero uno della maggior parte dei giovani, famosi e non: l’ alcol.

LEGGI ANCHE: CHOC PER BEYONCE’: LITE VIOLENTA TRA SUA SORELLA E JAY-Z

UN DRINK DI TROPPO, PRIMA DEL COLLASSO. E’ stato lo stesso Deryck Whibley a raccontare, sulla sua pagina web, il suo drammatico momento privato. “Ciao a tutti, sono Deryck. Scusate se sono mancato per un pò, ma sono stato davvero male, sono stato ricoverato in ospedale per un mese“. La colpa dell’ improvviso ricovero del cantante è, neanche a farlo apposta, l’ alcol. Bevevo molto ogni giorno – ha confessato, con molta sofferenza, il 34enne Whibley – Fino ad una notte. Ero seduto a casa, mi sono versato un altro drink attorno alla mezzanotte e stavo per guardare un film quando, d’un tratto, non mi sono sentito bene”. Il cantante è collassato subito dopo aver ingerito l’ ultimo goccio, perdendo conoscenza.

E’ stata la fidanzata di Deryck, Jocelyn Aguilar, a prestare le prime cure al 34enne, allertando subito i soccorsi. Whibley è stato subito ricoverato in terapia intensiva , dove è rimasto completamente sedato, attaccato a delle macchine che monitoravano continuamente le sue condizioni, giudicate “disperate” dai sanitari. Fegato, polmoni e reni, infatti, sono letteralmente compromessi a causa dell’ abuso etilico, perpetrato nel tempo dalla star canadese, che non ha esitato neanche un istante a postare le foto inquietanti che lo ritraevano, inflebato e circondato dai monitor, nel letto della clinica che lo ha “ospitato” per ben trenta giorni. Il colore itterico della pelle del leader dei Sum 41 ha tradito l’ abuso di alcolici da parte del cantante, che ha ammesso di aver attraversato un periodo non molto felice. “Il motivo per cui sono stato così male è per aver fatto troppa baldoria durante gli anni. Ero così spaventato“.

LEGGI ANCHE: UBRIACO 71ENNE IN BICI: 25MILA€ DI MULTA, ALCOL 6 VOLTE IL CONSENTITO

“RAGAZZI, NON FATE COME ME”. Il cantante ha intanto promesso a sanitari, fan e persone care che non berrà più nemmeno un drink. “ Ho capito che non posso più bereSe bevessi un altro bicchiere il dottore ha detto che morirei”. Sulla sua pagina web, Deryck Whibley ha spiegato la scelta di rendere pubblici degli scatti così “personali” al mondo. L’ intento è quello di mettere in guardia i giovani dai pericoli dello “sballo etilico”. “Non sto facendo prediche né nulla, ma bevete sempre responsabilmente. Io non l’ho fatto e guardate fin dove mi ha portato”.

Il cantante, però, ha deciso di “risorgere dalle ceneri” di questa orrenda esperienza, che gli ha fatto comprendere quali sono le priorità della sua vita, in primis la musica. Mi sono tornate la passione e l’ispirazione per scrivere. Ho già alcune nuove idee per delle canzoni e presto sarà ora di mettersi all’opera per incidere il nuovo album e ripartire con un nuovo tour“. A Whibley sono giunti gli incoraggianti auguri dell’ ex moglie Avril Lavigne via Twitter: “Ho parlato con Deryck oggi. Sono così orgogliosa di lui. E’ la mia famiglia e sempre lo sarà”.

LEGGI ANCHE: “DESPERATE HOUSEWIVES” SHAWN PYFROM CHOC: “SONO DROGATO E ALCOLIZZATO”