MONDO

Kirghizistan, aereo turco precipita sulle case: almeno 37 morti

Kirghizistan, aereo turco precipita sulle case: almeno 37 morti

Un aereo Boeing 747 partito da Hong Kong e diretto a Istanbul è precipitato poco dopo la mezzanotte italiana mentre atterrava all’aeroporto Manas, vicino alla capitale Biskek. Purtroppo, il veicolo si schiantato contro le abitazioni del villaggio causando almeno 37 morti, tra cui 6 bambini. Le cause della tragedia sono ancora ignote, ma si presume si sia trattato di un errore umano.

16 gennaio 2017 · MONDO
Bimbi dell’asilo in gita al macello: polemiche per le foto tra le carcasse

Bimbi dell’asilo in gita al macello: polemiche per le foto tra le carcasse

La scuola per l’infanzia “Granstubben Barnehage” della Norvegia artica si è trovata al centro di un acceso dibattito dopo la pubblicazione di alcune foto sui social network. In esse sono presenti 8 bimbi di 5 anni che sono stati portati a vedere la macellazione e la scuoiatura delle renne.

15 gennaio 2017 · MONDO
USA, ritrovata la neonata rapita in ospedale nel 1998. “Sta bene”

USA, ritrovata la neonata rapita in ospedale nel 1998. “Sta bene”

USA – Nell’estate 1998 una neonata afroamericana venne rapita dalla sua culla ad appena 8 ore dal parto. La sua rapitrice, Gloria Williams, si finse un’infermiera e grazie al suo trasferimento riuscì ad allontanarsi dalla stanza con la piccola in braccio senza destare sospetti. Solo ora, dopo 18 anni e grazie all’esame del DNA, Kamiyah Mobley è stata ritrovata. La […]

13 gennaio 2017 · MONDO
25enne mangia ogni giorno 36 uova e 3 kg di carne: ecco il suo sogno

25enne mangia ogni giorno 36 uova e 3 kg di carne: ecco il suo sogno

Arbab Khizer Hayat, 25enne che vive a Mardan, in Pakistan, è diventato una celebrità nel suo paese, dove è stato soprannominato “il gigante buono”. Il suo sogno è quello di diventare campione di sollevamento pesi ed entrare così nel World Wresting Entertainment (WWE), obiettivo che il giovane sembra più che intenzionato a realizzare.

13 gennaio 2017 · MONDO
“Il mio patrigno abusa di me”: 12enne si suicida in diretta video

“Il mio patrigno abusa di me”: 12enne si suicida in diretta video

Katelyn Nichole Davis, una 12enne statunitense, ha sconvolto il mondo intero con la trasmissione in diretta video del suo suicidio. La ragazza postava spesso dei filmati che la ritraevano in lacrime mentre spiegava che un membro della sua famiglia le faceva del male.

13 gennaio 2017 · MONDO
17enne al telefono ucciso per strada. La fidanzata: “L’ho sentito morire”

17enne al telefono ucciso per strada. La fidanzata: “L’ho sentito morire”

Reece Cullen, 17enne di Dublino, è stato accoltellato e ucciso mentre, camminando per strada, era al telefono con la fidanzata, Sophie Evans. “Tra poco arrivo” le ha detto, poi la ragazza l’ha sentito urlare e la linea è caduta. Le indagini sono in corso per capire l’identità del killer; finora, gli unici sospetti si concentrano su un gruppo di bulli che negli ultimi tempi lo avevano preso di mira.

12 gennaio 2017 · MONDO
A 12 anni pesa come un bimbo di 2: la madre lo teneva segregato in bagno

A 12 anni pesa come un bimbo di 2: la madre lo teneva segregato in bagno

Costretto per 2 anni a vivere segregato in una vera e propria stanza delle torture, un ragazzino 12enne è arrivato a pesare quanto un bimbo di 2 anni, ossia 30 chili. Non si conoscono ancora i motivi per cui la madre, Brandy Kay Jaynes, 36 anni, abbia agito in una maniera tanto brutale nei suoi confronti. La donna, arrestata dalla polizia locale lo scorso lunedì, dovrà rispondere di abusi e maltrattamenti continui su un minore nel processo fissato per il 17 gennaio.

12 gennaio 2017 · MONDO
Bambina di 7 anni accoltellata in strada: uccisa da una 15enne

Bambina di 7 anni accoltellata in strada: uccisa da una 15enne

UK – Katie Rough, una dolce bambina di appena 7 anni, è stata accoltellata 2 volte in una strada periferica di York, in Inghilterra. I genitori ne avevano denunciato la scomparsa da diverse ore, ma quando la piccola è stata ritrovata le sue condizioni erano già disperate: Katie è morta in ospedale. La madre della piccola, alla vista delle condizioni della figlia, ha urlato: “No, no, è la bambina! Chiamate un’ambulanza!”.

11 gennaio 2017 · MONDO
38enne violentata dal marito col mattarello: voleva punirla perché sterile

38enne violentata dal marito col mattarello: voleva punirla perché sterile

Una storia choc arriva dall’ospedale di Haldwani nell’India del nord, dove una nepalese 38enne è stata ricoverata in gravi condizioni. La donna aveva un mattarello di ben 40 centimetri inserito nell’ano, ma a sconcertare i medici è stato scoprire l’artefice di quella tortura: il marito. Sembra infatti che l’uomo, sotto effetto dell’alcol, abbia deciso di punirla per la sua sterilità. “Ora sta meglio – hanno dichiarato i medici – ma ha rischiato di morire”.

10 gennaio 2017 · MONDO
Kabul, doppio attentato suicida vicino al Parlamento: almeno 25 morti

Kabul, doppio attentato suicida vicino al Parlamento: almeno 25 morti

È ancora provvisorio il bilancio delle vittime a Kabul, dopo si è verificato a brevissima distanza un doppio attentato terroristico. Dalle prime ricostruzione, uno dei killer si è fatto esplodere negli uffici del Parlamento mentre un secondo avrebbe fatto esplodere un’autobomba posizionata all’esterno dell’edificio. Per ora si contano almeno 25 morti e oltre 40 feriti, alcuni dei quali ricoverati in gravi condizioni.

10 gennaio 2017 · MONDO
Thailandia, strappano la bandiera nazionale: arrestati due giovani italiani (VIDEO)

Thailandia, strappano la bandiera nazionale: arrestati due giovani italiani (VIDEO)

Ian Gerstgrasser e Tobias Gamber, due altoatesini di 18 e 20 anni, sono stati arrestati qualche giorno fa in Thailandia dopo aver bruciato 5 bandiere locali. I due ragazzi sono stati ripresi dalle telecamere di sicurezza mentre strappano i vessilli nazionali a Krabi, tra le mete turistiche più frequentate del Paese.

10 gennaio 2017 · MONDO
Gerusalemme, camion investe gruppo di soldati: 4 morti. Ucciso il killer

Gerusalemme, camion investe gruppo di soldati: 4 morti. Ucciso il killer

Un camion ha travolto di proposito un gruppo di soldati a Gerusalemme appena scesi dall’autobus, inserendo poi la retromarcia per investirli di nuovo. Il bilancio provvisorio è di 4 morti, di cui 3 donne, e 20 feriti. Due soldati rimasti illesi hanno aperto il fuoco contro il killer e l’hanno ucciso mentre era ancora alla guida del mezzo. A diffondere la notizia è stata la radio militare israeliana, supporta dalla testimonianza dell’autista dell’autobus, che ha assistito impotente alla scena.

9 gennaio 2017 · MONDO
Seguici su Facebook!
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com