MONTORIO AL VOMANO – In questi giorni, i media si sono largamente occupati della valanga che ha trovato l’hotel  Rigopiano, ma esistono anche parti della storia che sono rimasti all’oscuro. Montorio al Vomano è una frazione di 8218 abitanti che si trova a 52 minuti da Rigopiano. La zona è infatti isolata perché la corrente elettrica e la linea telefonica mancano dal 17 gennaio.

Gli abitanti sono rimasti isolati e hanno deciso di lanciare un grido d’allarme. Cristiano Catalini del Centro Operativo Comunale ha deciso di diffondere questo messaggio: “La copertura mediatica è praticamente nulla, in quanto l’assenza di linea telefonica, elettrica e connessione ci ha tagliati fuori dal mondo. Dalla mattina del 17 gennaio siamo senza corrente e dal 19 senza linea telefonica. Siamo isolati da tutto a livello di comunicazioni e innumerevoli famiglie risiedenti verso le zone meno accessibili da una settimana si trovano sommerse da oltre quattro metri di neve, nell’impossibilità di contattare soccorsi e aiuti”.

Catalini ha inoltre spiegato che i corpi speciali operano in maniera random perché non c’è modo di coordinare i soccorsi. Capita infatti che diverse squadre si ritrovino da una famiglia che non ha bisogno di aiuto mentre altre sono lasciate a sé stesse. Non c’è infatti modo di capire in quali condizioni vertano gli abitanti di Montorio al Vomano, ma è certo che ci sono state delle vittime.