Kabul, doppio attentato al ParlamentoKABUL – È ancora provvisorio il bilancio delle vittime a Kabul, dopo si è verificato a brevissima distanza un doppio attentato terroristico. Dalle prime ricostruzione, uno dei killer si è fatto esplodere negli uffici del Parlamento mentre un secondo avrebbe fatto esplodere un’autobomba posizionata all’esterno dell’edificio. Per ora si contano almeno 25 morti e oltre 40 feriti, alcuni dei quali ricoverati in gravi condizioni. Il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha rivendicato l’attacco affermando che ha provocato 70 tra morti e feriti.

Secondo quanto dichiarato dal capo della polizia nel settimo distretto di Kabul, Ahamd Wali Saboori, un kamikaze si è fatto esplodere e mentre le forze di sicurezza stavano raggiungendo il luogo dell’esplosione, un’autobomba è esplosa all’esterno dell’edifico. Il duplice attentato ha causato un numero imprecisato di vittime poiché i media e le autorità locali continuano a fornire numeri discordanti tra di loro, benché le cifre siano vicine. L’attacco ha segnato la fine di un periodo di relativa calma nella capitale afghana.

Fonti ufficiali del Ministero dell’interno hanno comunicato che il bilancio è di 21 morti e 45 feriti, per i media locali invece le vittime sarebbero tra 25 e 28. Waheed Majroh, responsabile del Ministero della Sanità nella capitale afgana, ha dichiarato che il duplice attentato ha causato 22 morti e 70 feriti, trasportati d’urgenza agli ospedali Istiqlal e Emergency. Poche ore prima, un altro kamikaze suicida ha causato la morte di 7 persone e il ferimento di altre 9 facendosi esplodere in un ufficio utilizzato dal personale dell’NDS nella provincia meridionale di Helmand.