USA – A Chicago, un 18enne con disabilità mentale, è stato sequestrato e picchiato selvaggiamente da 4 coetanei afroamericani. Gli aguzzini avevano precedentemente rubato un furgone su cui poi è salita la vittima, che molto probabilmente non ha opposto resistenza in quanto uno di loro era un vecchio compagno di scuola. I 4 hanno poi raggiunto una zona di Chicago dove hanno dato inizio a seviziare il disabile, riprendendo le macabre scene con il cellulare e postandole live su Facebook. Il tutto è durato circa mezz’ora.

Nel video, si vede i 4 afroamericani picchiare il disabile, spegnergli addosso le sigarette, tagliargli i vestiti, urinargli addosso, costringerlo a bere l’acqua del WC e tagliargli una parte del cuoio capelluto. Il tutto è accompagnato da frasi di odio nei confronti dei bianchi e di Donald Trump. Dobbiamo ricordare che Chicago è una città profondamente divisa fra vari gruppi etnici.

Gli aguzzini hanno poi liberato il 18enne disabile, che ha vagato per un giorno per la città, confuso e in crisi, prima di essere ritrovato da un’agente di polizia. Secondo le autorità, è ancora presto per parlare di un attacco motivato da odio razziale. Nel frattempo, sono stati arrestati i 4 ragazzi responsabili della triste vicenda: Jordan Hill, Brittany Covington e Tesfaye Cooper, di 18 anni, e Tanishia Covington di 24 anni. Le autorità sono anche intervenute per rimuovere l’osceno filmato da Facebook.