Wind e 3, due tra i più importanti operatori di telefonia mobile in Italia, si sono fusi il 31 dicembre 2016, formando la nuova azienda Wind Tre. La nuova società arriverà a contare circa 31 milioni di clienti della linea mobile e 2,7 di quella fissa (3 non aveva un servizio per le linee fisse). Le trattative erano iniziate già nel 2014 e si potranno dire definitivamente concluse nel 2019.

Il programma presentato non prevede cambiamenti per i piani tariffari: gli utenti che hanno già circoscritto una promozione con una delle due aziende, non subiranno nessuna variazione nel passaggio di gestione. Inoltre, col tempo potranno iniziare a beneficiare della nuova rete Wind Tre e lo stesso potranno fare gli operatori delle 2 aziende.

In un primo momento, Wind e 3 continueranno ad offrire piani tariffari, servizi e negozi separati. La fusione avverrà nel tempo e porterà ovviamente a dei compromessi sulle politiche e sulle strategie commerciali. Maximo Ibarra, l’amministratore delegato di Wind Tre, ha spiegato che la società vuole diventare “un operatore di riferimento nell’integrazione fisso-mobile e nello sviluppo delle reti in fibra di nuova generazione, anche grazie all’accordo con Enel Open Fiber per la realizzazione della rete in banda ultralarga in Italia”.