MILANO – Luca Scatà, 29 anni ed originario di Canicattini Bagni (provincia di Siracusa), è stato il poliziotto eroe che ha ucciso il terrorista Anis Amri. Il 29enne è stato un agente in prova al Commissariato di Sesto San Giovanni. Ha studiato al liceo del suo paese e poi, dopo due anni di Ingegneria Informati a Catania, ha fatto un anno di servizio volontario nell’Esercito nel 2011. Dopo aver superato il concorso in polizia, Luca aspetta l’assegnazione definitiva. Il padre, Giuseppe, è un dipendente comunale, mentre la madre è casalinga. L’agente eroe ha anche una sorella di 26 anni, laureata in Psicologia.

Christian Movio è l’agente di polizia che è stato ferito dal killer di Berlino, il tunisino Anis Amri, durante la sparatoria di stanotte in piazza I Maggio a Sesto S. Giovanni, dove l’attentatore tunisino è stato ucciso. Il poliziotto 36enne del Commissariato di Sesto San Giovanni è stato ricoverato all’ospedale San Gerardo di Monza con un proiettile conficcato nella spalla. È ora in corso l’operazione per rimuovere la pallottola, ma le sue condizioni di salute sono molto buone. Il team che si occuperà dell’intervento sarà guidato dal professor Zatti. Secondo quanto riferito da alcune fonti investigative, Movio è originario di Latisana in provincia di Udine.

“Le condizioni del ferito sono rassicuranti, quando è arrivato in pronto soccorso si è subito visto che non era in condizioni critiche, è sempre stato vigile” ha affermato Silvia Lopiccoli, direttore socio sanitario dell’ospedale San Gerardo. La dottoressa Lopiccoli ha spiegato che il poliziotto è arrivato al pronto soccorso verso le ore 4:10 di stanotte ed è stato trasferito alle 5:00 in reparto, dove è in corso l’intervento per rimuovere il proiettile dalla sua spalla destra.