4° GIORNO (domenica 28 agosto)

Solitamente la domenica viene vista come giorno di riposo da studenti e lavoratori, ma non per i partecipanti al raduno di Harry Potter. E infatti il programma della giornata si apriva con la lezione di Cura delle Creature Magiche con il naturalista Tommaso Cencetti con la collaborazione di esperti della Fondazione Paolo Malenotti. La lezione si è concentrata sul mondo degli anfibi, in particolare rane, rospi e salamandre. Per ognuna di queste specie, è stata fatta una breve descrizione dell’aspetto seguita dalla citazione degli esemplari più noti e importanti, tra cui la Rana Ghiaccio e la Salamandra di Fuoco. Poi la lezione si è concentrata, ovviamente, sugli aspetti magici di questi animali, partendo dall’esempio di alcuni anfibi considerati divinità in civiltà del passato. Nelle altre lezioni frequentate durante il raduno c’è sempre stato un momento in cui si sperimentava dal vivo l’argomento appena trattato, e questa materia non ha fatto certo eccezione. A piccoli gruppi, gli studenti sono stati invitati ad entrare in un’altra sala dove potevano “conoscere” di persona alcune specie di anfibi trattati in aula.

A termine della lezione, sono stati comunicati i risultati del Magic Quiz. A vincere è stato uno studente Serpeverde, mentre secondo e terzo posto sono stati assegnati alla casa Corvonero. A differenza delle precedenti sfide, questa non prevedeva l’assegnazione di punti casa ma veri premi: il libro “Harry Potter – La magia dei film” (1° posto), il Mantello della propria casa (2° posto), la Mappa del Malandrino personalizzata (3° posto). Per concludere la mattinata, si è svolto il quiz “The points drop” (parente magico del quiz condotto da Jerry Scotti, “The money drop”). A differenza del Magic Quiz, i quesiti erano su curiosità di ogni genere che andavano ben oltre i libri della saga. Come sempre, lo scopo finale, oltre alla vittoria, era conquistare più punti casa possibili. Questi erano rappresentati da delle pietre che dovevano essere collocate nella risposta che si pensava fosse corretta, con la possibilità di dividere il prezioso tesoro tra più opzioni. A coordinare il gioco c’era Claudio Volpini, mentre ad aprire le botole che corrispondevano alle risposte errate, facendo così cadere le eventuali gemme poste sopra, c’era Mariangela Mete. Nessuna squadra è riuscita a vincere la competizione: tutte le gemme sono state perse.

Terminato l’ultimo pranzo previsto durante il raduno, si è svolta la seconda e ultima parte del gioco “Caduta libera”; come la volta precedente, nessuno dei partecipanti è riuscito a far guadagnare alla propria squadra punti extra per la Coppa delle Case. Al termine del gioco, gli studenti sono rientrati nella Sala Grande per ricevere le istruzioni per affrontare la quarta prova del Torneo delle Virtù. Una volta terminata la sfida, si sono svolti gli esami M.A.G.O. (Magie Avanzate Grado Ottimale) per gli studenti che frequentavano il 7° anno. Dopo “l’ultima cena”, sono stati comunicati i risultati del Torneo delle Virtù, in cui ha vinto una squadra dei Corvonero, e sono stati forniti gli ultimi indizi per svelare la trama segreta del raduno che hanno scatenato un vero e proprio caos tra i presenti. Al termine della serata, gli studenti sono stati portati nella piazza dell’Anfiteatro per il Lancio delle Lanterne. Conclusasi anche questa parte del raduno, i presenti hanno avuto la “serata libera” che è stata occupata nei modi più diversi. Qualcuno è rientrato in camera per riposarsi, altri hanno iniziato a preparare la valigia, altri ancora hanno passato la nottata a studiare per gli esami del giorno successivo, piccoli gruppi hanno invece esplorato la città a caccia di Pokémon.

Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7Pagina successiva