2° GIORNO (venerdì 26 agosto)

Venerdì mattina, dopo aver fatto una gustosa e abbondante colazione, alcuni fan della saga si sono cimentati nella prima parte del Magic Quiz, un test sui 7 libri scritti dalla Rowling. Non essendo la prova obbligatoria, gran parte degli studenti hanno avuto la mattinata “libera”: una libertà che è stata subito utilizzata per lo shopping nel reparto Hogsmeade e per discutere della trama del raduno. Al termine della prova, tutti gli studenti si sono riuniti nella Sala Grande per la seconda lezione in programma: Storia della Magia. Nelle edizioni passate, la docente era la preside in persona ma quest’anno ha deciso di passare la cattedra a Laura Incollingo, studentessa di Corvonero laureata in Storia che da tempo studia i processi alle streghe. La lezione è stata infatti incentrata su questo argomento, con particolare interesse ai processi avvenuti alla fine del XVII secolo, tra cui quello di Salem. Dopo pranzo, si è svolta la lezione di Divinazione con il professor Saverio “Ryuzaki” Landini, che ha iniziato facendo una breve introduzione della materia seguita da un veloce ripasso di alcuni concetti studiati durante edizioni passate del raduno. Saverio ha poi introdotto gli studenti nel mondo dei Tarocchi e del Simbolismo, concludendo la lezione con il tema dell’Achilleomanzia, pratica divinatoria dell’antica Cina. Terminata anche questa seconda lezione, è iniziata la seconda prova del Torneo delle Virtù.

In seguito, è iniziata la prima parte del gioco “Caduta Libera”, basato sull’omonimo quiz televisivo. A turno veniva scelto un campione che doveva riuscire a battere 10 sfidanti e affrontare le domande finali. In palio c’erano ovviamente punti per la Coppa delle Case che però nessuno è riuscito ad aggiudicarsi. L’unica differenza rispetto al gioco condotto da Jerry Scotti era l’assenza delle botole per l’eliminazione del concorrente che sbagliava la risposta. Al loro posto, c’era Mariangela Mete “armata” di un fucile ad acqua, motivo per cui prima dell’inizio del raduno era stato consigliato di mettere in valigia anche un costume.

Dopo aver consumato la cena, gli studenti (ma soprattutto le studentesse) sono tornati in camera per prepararsi per il Ballo del Ceppo, programmato al Real Collegio alle ore 22. Una volta arrivati tutti, i campioni hanno fatto il loro ingresso nella sala da ballo intrattenendo il pubblico con un valzer. Poi, sulla pista si sono scatenati gli altri. Una lunga serata in cui non sono mancati balli di gruppo e tormentoni, intervallati da foto e cocktail al minibar.

Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7Pagina successiva