Cameriera costretta a portare i tacchi altiCANADA – Nicola Gavins lavora come cameriera presso la catena di Joey Restaurants di Edmonton dove deve portare i tacchi al lavoro. “Così facendo si migliora l’immagine dei dipendenti” hanno spiegato i gestori, per Nicola e le sue colleghe però è una vera e propria tortura. Alla fine di un turno, la giovane ha deciso di fotografare i suoi piedi insanguinati e pubblicare la foto su Facebook. L’immagine è diventata subito virale, arrivando ad essere condivisa oltre 10 mila volte in una settimana.

Indossare i tacchi alti non è l’ideale per le cameriere, che di solito indossano scarpe basse per comodità. Questa però non sembra essere importante per i gestori del ristorante dove lavora Nicola. Qui infatti le dipendenti sono obbligate, per tutta la durata del turno di lavoro, ad indossare tacchi alti. Lo scopo è migliorare l’immagine del locale ma per le ragazze arrivare a fine turno è una vera tortura. La settimana scorsa, Nicola ha perso un’unghia ma nonostante ciò non ha potuto interrompere il turno di lavoro né tanto meno cambiare scarpe.

La foto pubblicata da Nicola mostra i suoi piedi alla fine di turno particolarmente doloroso per lei. A sinistra si vedono i suoi piedi, insanguinati a causa della perdita di un’unghia. A destra i tacchi che ha dovuto indossare nonostante il dolore, anch’essa macchiate all’interno di sangue. La situazione però non ha turbato i titolari e ciò ha spinto la giovane a pubblicare la foto sui social per poter far sapere le condizioni lavorative a cui è sottoposta.