Suicidio in diretta di una ragazzaFRANCIA – E’ successo a sud di Parigi, presso la stazione di Egly: una ragazza di soli 19 anni, di cui il nome non è stato reso noto, ha deciso di togliersi la vita e di filmare in diretta il suo suicidio. La giovane ha infatti usato un app molto nota tra i suoi coetanei, Periscope, la quale permette di distribuire video in streaming tramite Twitter. La ragazza si è uccisa gettandosi sotto un treno della rete ferroviaria parigina Rer intorno alle 16,30 di ieri.La giovane ha anche dichiarato il motivo del suicidio mentre si riprendeva. Poco tempo prima, infatti, era stata vittima di uno stupro e ha deciso di denunciare l’aggressore facendo presente il suo nome proprio mentre stava registrando l’avvenimento.

Secondo le prime ricostruzioni, la ragazza si è buttata sotto un convoglio di un treno suburbano. Qualche minuto prima aveva inviato un messaggio a qualcuno che conosceva bene per avvertirlo della decisione di togliersi la vita, il tutto mentre la sua morte veniva seguita in diretta da centinaia di persone. Già da qualche tempo la giovane aveva annunciato a chi guardava i suoi video su Periscope che presto avrebbe registrato un avvenimento davvero scioccante.

 

Alcune di queste registrazioni, però, non sembrano essere più accessibili perché rimosse da chi amministra l’app. La ragazza dà appuntamento ai suoi fan alle ore 16 e avverte i suoi spettatori: “Se ci sono minorenni che mi stanno guardando, non rimanete”. Poi dalle sue successive parole si intuisce che è prossima a commettere un suicidio: “Sono arrivata al punto in cui non c’è più nulla che mi interessa, nulla che mi rende felice, niente che mi dà la forza di alzarmi la mattina”.

Alla fine del video, vengono filmati gli ultimi istanti di vita della ragazza, ma le immagine non sono chiare fin quando non viene ripreso un vigile del fuoco intento a recuperare il cellulare della giovane vittima. Ad avvisare la polizia dell’accaduto sarebbe stato proprio un utente di Periscope che stava seguendo in diretta il video della ragazza. Il suicidio è stato registrato anche dalle telecamere a circuito chiuso della stazione e le immagini potrebbero servire a chiarire meglio le dinamiche del gesto. La polizia ha anche sequestrato il telefonino della giovane e ha aperto un’inchiesta per verificare le accuse di stupro fatte dalla ragazza.