Attentato contro forze dell'ordine in EgittoEGITTO – Il centro di Al-Arish, capoluogo della provincia del Sinai del Nord, è stato teatro di un attentato perpetrato in un posto di controllo della polizia. Le vittime uccise a colpi di arma da fuoco sarebbero 5 poliziotti, di cui 3 ufficiali, secondo quanto annunciato dal ministero per gli Interni in un comunicato. La stessa fonte, poco dopo ha parlato di altri 5 morti e di 3 membri antisommossa feriti.

L’attacco, non ancora rivendicato, risale a mercoledì sera nel Sinai del Nord, un vero e proprio bastione del gruppo “Provincia del Sinai”, un’organizzazione jihadista locale affiliata ai militanti dello Stato Islamico che ha ucciso centinaia di poliziotti e soldati. Lo scorso 15 gennaio, 4 soldati sono stati uccisi e altri 8 feriti nel corso degli scontri contro uomini armati nei pressi di Sheikh Zuweid, secondo quanto affermato dall’esercito.

Da quando il presidente democratico eletto, l’islamista Mohamed Morsi, è stato destituito dall’esercito nel luglio 2013, l’Egitto è vittima di numerosi attacchi jihadisti che mirano alle forze di sicurezza e ai turisti. I servizi di sicurezza si sono prontamente mobilizzati nel Paese con l’avvicinarsi del quinto anniversario della rivolta che ha cacciato Hosni Mubarak, quarto presidente egiziano, privandolo di tutto il suo potere.