WhatsAppWhatsApp diventa ufficialmente un’applicazione gratuita sotto ogni punto di vista per tutti gli utenti iOS, Android e Windows Phone: addio, quindi, all’abbonamento annuale. Una scelta, secondo quanto riferito dallo stesso team di WhatsApp, che si è rivelata inefficace sin da subito e che li ha portati ad abolire definitivamente l’abbonamento di 99 centesimi previsto per i nuovi utenti, in particolare i possessori di smartphone Android.

In particolare, l’azienda rivela che la scelta degli abbonamenti non ha portato vantaggi visto che molti clienti non hanno una carta di credito per effettuare un abbonamento e l’idea di non poter più utilizzare l’app, dopo l’anno di prova gratis, li ha notevolmente spaventati. Perciò, addio a tutti gli abbonamenti e costi aggiuntivi: WhatsApp verrà resa completamente gratuita nel giro di poche settimane. Gli sfortunati clienti che hanno già pagato l’abbonamento, però, non verranno rimborsati ma la possibilità di rinnovarlo verrà tolto immediatamente dall’applicazione così da non creare ulteriori inconvenienti.

L’azienda virerà su un nuovo modello di business centrato sulle grandi aziende. Queste, infatti, potranno utilizzare la famosa applicazione di messaggistica per i propri servizi. Ad esempio, una compagnia aerea potrà inviare messaggi ai clienti per avvisarli della cancellazione di un volo, oppure una banca potrà comunicare un accredito sul conto corrente. Per i clienti standard, invece, giungono notizie positive: mai più abbonamenti e nessun banner in-app.