Giappone, pro e contro: segnato dalla catastrofe di Fukushima dell’11 marzo 2011, i turisti hanno lasciato il Paese del Sol Levante. A poco a poco si volta pagina e il Giappone riaquista il fascino perduto. È ancora necessario prenotare per ammirare i meravigliosi ciliegi in fiore a Tokyo e Kyoto tra metà marzo e metà aprile. Si possono anche esplorare le paradisiache isole del sud del Paese. L’arcipelago di Okinawa si trova a 3 ore d’aereo da Tokyo, non lontano da Taiwan e dalla costa cinese. Sull’isola principale o nelle vicine Ishigaki, Irimote o Miyako è possibile nuotare con i delfini o approfittare delle spiagge bianche. Le isole Kerama, invece, sono note per le magnifiche barriere coralline e da gennaio a marzo si possono anche osservare le balene.

Haiti segreta: paesaggi fenomenali tra montagne e spiagge da sogno, l’onnipresenza della pittura, della musica, dell’arte naïf, della cultura voodoo. Haiti, rifuggita per circa 30 anni, è la novità dei Caraibi. Una destinazione affascinante sulla quale il sito Voyageurs du Monde scommette di più.

Etiopia leggendaria: che si parta alla scoperta della Valle dell’Omo o che si ripercorrano le tracce di Henry de Monfreid o di Rimbaud, il viaggio in Etiopia resterà lascerà un grande ricordo. Il nuovo circuito “Storia d’Abissinia” di Kuoni passa per le cascate del Nilo blu, il palazzo di Fasilidas a Gondar e la capitale, Addis Abeba.

Sri Lanka dai mille volti: siti archeologici e nuovi hotel di lusso, ecoturismo e safari: sei anni dopo la fine della guerra civile, lo Sri Lanka offre un nuovo volto. Molto in voga tra i viaggiatori e i turisti britannici, l’isola è accessibile anche tramite voli diretti da Parigi. La perla dell’Oceano Indiano è rinomata anche per le spiagge paradisiache della costa, per i templi buddisti e la natura lussureggiante.

Ruanda “vulcanico”: anche se difficilmente raggiungibile, Kingali è una delle capitali più attraenti dell’Africa e una delle principali porte d’accesso per osservare i gorilla di montagna del Parco Nazionale dei Vulcani a nord est del Paese.

Corea del Sud, ritorno verso il futuro: maggio e l’autunno sono i periodi migliori per visitare Seul e la Corea del Sud. Tra tradizioni plurisecolari e nuove tecnologie il Paese si visita accompagnati da équipe locali.

Messico, lato Pacifico: la costa occidentale del Messico potrà diventare il paradiso degli amatori di hotel a 5 stelle? Lontani dal tumulto delle spiagge affollate dello Yucatan, il lusso delle camere e la qualità del servizio di Four Seasons Resort Punta Mita sostengono questa teoria. A nord di Puerto Vallarta, quest’oasi di pace si è classificata al primo posto tra i lettori di Condé Nast Traveler.

Pagina precedente 1 2