Frana in una miniera in Myanmar

MYANMAR – Una grave frana si è verificata questa mattina in una miniera di giada a Hpakant, una città nel nord del Myanmar. Moltissimi i morti e i dispersi. La frana ha travolto e sepolto le baracche, che si trovavano vicino alla miniera e a cumuli di detriti che sono crollati. Le vittime sono circa 90. Si tratta soprattutto di minatori improvvisati, gente povera e disperata che si arrampica sulle montagne di scarti di lavorazione e sui detriti alla ricerca di frammenti del prezioso minerale da rivendere. Molti soccorritori e militari sono al lavoro per cercare i dispersi, che dovrebbero essere almeno un centinaio. Al momento della frana la maggior parte di loro probabilmente stava dormendo nelle baracche ed è rimasta schiacciata.

La giada è un minerale molto prezioso e ricercato in tutto il mondo, in particolare in Cina. Nella miniera di Hpakant si trova giada di altissima qualità, il cui commercio frutta miliardi di dollari l’anno. Nonostante questo la città è molto povera. Molti lavorano in miniere come questa sono sottopagati e costretti a lunghi turni di lavoro. Altri invece cercano tra i frammenti scartati, sperando di riuscire così a guadagnarsi da vivere. Purtroppo gli scavi avvengono senza misure di sicurezza e devastano enormi territori. Le cause della frana sono ancora sconosciute.