Strage a Parigi Un attacco terroristico senza precedenti ha sconvolto e messo in ginocchio Parigi e l’intera Francia. Una vera e propria carneficina che ha portato alla morte circa 120 persone in seguito a successivi attacchi terroristici in luoghi nevralgici della città: colpito un teatro e anche lo stadio dove si stava giocando l’amichevole tra Francia e Germania. Il canale Dabiq France afferma: “La Francia manda i suoi aerei in Siria, bombarda uccidendo i bambini, oggi beve dalla stessa coppa”, facendo un chiaro riferimento all’Isis.

“Ora tocca a Roma, Londra e Washington”, questa la dichiarazione di guerra lanciata dall’Isis su Twitter dopo i vari post in merito agli attacchi di Parigi al grido di “#Parigi in fiamme”. La rivendicazione da parte dello Stato Islamico, però, non è ancora ufficiale seppur non manchino chiari riferimento sui canali social: “Ricordate, ricordate il 14 novembre di #Parigi. Non dimenticheranno mai questo giorno, così come gli americani l’11 settembre”.

Terrore e paura senza precedenti a Parigi. Le ultime notizie parlano di oltre 120 morti a seguito di sette attentati: sparatorie e alcune esplosioni vicino allo stadio. Circa 70 ostaggi sono stati uccisi a sangue freddo all’interno del teatro Bataclan, ma cerchiamo di fare ordine nella miriade di informazioni che provengono da tutto il mondo.

STRAGE AL TEATRO – Nella sala concerti del Bataclan, dove c’era il tutto esaurito per un concerto rock del gruppo “Eagles of death metal”, un gruppo di terroristi ha gridato “Allah è grande” aggiungendo anche frasi sulla Siria. Poi hanno aperto il fuoco sul pubblico provocando la morte di centinaia di persone uccidendole una a una. Alcuni testimoni hanno confermato che uno dei terroristi gridava di continuo “Allah u Akbar”.

ESPLOSIONI ALLO STADIO – A Saint-Denis, vicino allo stadio, si sono verificate tre esplosioni che hanno sconvolto gli spettatori della partita amichevole Francia-Germania. I giocatori, all’udire del boato, si sono fermati, alcune persone sono riuscite a uscire mentre altre sono rimaste bloccate dalla polizia fino al termine della partita. Il presidente Francois Hollande, presente al match, è stato immediatamente evacuato. Il bilancio è di circa 30 morti.

ASSALTO AL RISTORANTE – Una sparatoria avvenuta in un ristorante del decimo arrondissement di Parigi ha causato la morte di decine di persone. Un’altra si è verificata sulla rue de Charonne: dodici persone a terra secondo quanto riferito I-Télé. Il terrorista sembra sia stati ucciso dalle forze dell’ordine.