Miami

Terribili notizie per due delle più importanti e turisticamente attraenti città degli States: Miami e New Orleans. Pare infatti che Miami, città nello stato della Florida, e New Orleans , in Louisiana, abbiano i giorni contati a causa del riscaldamento globale e che questa loro apocalittica fine sia inevitabile.
Le città di Miami e di New Orleans saranno inghiottite dall’acqua, vittime dell’innalzamento dei mari causato dalle sempre più crescenti emissioni di CO2 e di gas serra. Questi dati sono frutto di una ricerca pubblicata su Pnas (Proceedings of the National Academy of Science), leggendo il quale appare ben chiaro che il destino di Miami e New Orleans è “Segnato, qualunque sia l’impegno intrapreso per contrastare i cambiamenti climatici”.

Allerta nazionale: Pare che New Orleans e Miami non siano le uniche due città degli States a rischio: lo studio pubblicato sul numero di ottobre di Pnas rivela infatti che, oltre alle due metropoli, rischierebbero di trovarsi al punto di non ritorno altre 414 città entro il 2100. Benjamin Strauss, ricercatore del Climate Central ed autore principale dello studio, si è espresso sulle possibilità di salvezza delle altre città americane. “Molte città hanno un futuro che dipende dalle nostre scelte sul carbonio, ma alcune appaiono già perse”, ha dichiarato il ricercatore, riferendosi quasi sicuramente a Miami e New Orleans, quest’ultimo centro che lo stesso Strauss ritiene essere il più compromesso. Se, però, Miami e soprattutto New Orleans (il cui 98% della terra abitata finirà sott’acqua) non hanno chance, diverso potrebbe essere secondo i ricercatori il destino delle altre città statunitensi: “basterebbe” ridurre le emissioni di CO2.