Incendio a Parigi_

Un tragico incendio ha colpito un edificio nel XVIII arrondissement di Parigi provocando la morte di otto persone, tra cui due bambini. Sul posto sono accorsi circa 60 vigili del fuoco che sono stati impegnati per ore intere nelle operazioni di spegnimento delle fiamme. Il ministro degli Interni Bernard Cazeneuve si è recato sul luogo della tragedia. Inoltre, secondo quanto riportato dalla radio Rtl, le forze dell’ordine hanno fermato un uomo a Parigi con l’accusa di essere il responsabile dell’incendio. La polizia lo avrebbe incastrato per via del suo comportamento sospetto e grazie alle immagini della videosorveglianza.

I vigili del fuoco erano già intervenuti nello stesso edificio, due ore prima dell’inizio della tragedia, per spegnere un altro incendio. A rivelarlo è stato il portavoce del ministero dell’Interno da Parigi Pierre-Henry Brandet spiegando anche i motivi per cui gli inquirenti stanno seguendo quella pista. I pompieri sono giunti sul posto alle 2:23, dopo che avevano già spento un incendio nella tromba delle scale dell’edificio. La polizia avrebbe confermato, inoltre, che “al momento non si può determinare se si sia trattato di una semplice azione stupida e incauta sfuggita al controllo o ci fosse reale volontà di nuocere”. Le indagini sono ancora della fase iniziale e non vi è ancora certezza del luogo da cui il rogo ha avuto inizio.

Al momento dello scoppio dell’incendio, alcune persone sono morte asfissiate dal fumo mentre altre si sono lanciate dalle finestre per scappare dalle fiamme e altre quattro sono rimaste ferite. Sul luogo dell’incendio, durante la notte, è accorso anche il sindaco di Parigi Anne Hidalgo che ha poi affermato: “La città è in lutto”. Il presidente francese Hollande ha affermato: “Tutta la mia solidarietà alle vittime dell’incendio di via Myrha e ai loro cari. È stato attivato tutto per fare luce su questo dramma”.