Hardwell

Hardwell – Autentica serata da numeri uno, quella svoltasi venerdì 14 agosto all’Altromondo Studios di Rimini. Merito dell’esibizione del dj olandese Robbert Van de Corput ovvero Hardwell, sia nel 2013 che nel 2014 numero uno al mondo per la Top100 Djs di DjMag e che tornava all’Altromondo per il nono anno consecutivo. Tra le ultimissime news che lo riguardano, la nascita della sua fondazione “United We Are”, che in dicembre debutterà ufficialmente con un party a Mumbai, in India, e che punta a raccogliere 100mila nominativi nell’apposita guestlist, al fine di raccogliere proventi che saranno destinati ad iniziative educative per l’infanzia locale. Headhunterz va considerato il dj numero uno al mondo per quanto concerne il genere hardstyle, che nei paesi del Nord Europa vanta fans come pochi altri. Tra i suoi ultimi progetti, spicca senza dubbio la raccolta Origins, il meglio di una carriera quasi decennale che lo ha visto collaborare con i migliori dj del mondo. Q-Dance, il festival ed il marchio hardstyle più celebri, lo hanno eletto di fatto loro testimonial ed ambasciatore universale.

La serata è entrata nel vivo con la performance del dj Kill The Buzz, che ha suonato sino a quando non è salito sullo stage sua maestà Hardwell. Una sigla che sintetizzava le sue migliori canzoni, grandi effetti visuali, un sound system da concerto ed ecco materializzarsi Hardwell, che per novanta minuti non ha avuto un attimo di sosta, con la sua musica che ha saputo proiettarlo in cima al mondo. Gran finale con coriandoli e tripudio del pubblico, mentre Hardwell sventolava la bandiera italiana, una piacevole consuetudine che anche quest’anno è stata confermata.

Con Hardwell l’Altromondo corona una stagione estiva che l’ha visto ospitare diversi top dj: insieme ad Hardwell doveroso citare Showtek, Nicky Romero, W&W, Deorro e Oliver Heldens, quest’ultimo in calendario domenica 16 agosto. Il modo migliore di festeggiare un 2015 che per la prima volta ha visto il locale di Rimini entrare nella Top 100 Clubs della rivista DjMag, che ogni anno in primavera rivela i cento migliori locali del mondo.

 

Ufficio stampa – Daniele Spadaro