FedezGoaBoa Festival – La prima cosa che viene in mente entrando nell’Arena del Mare, nel Porto Antico di Genova dove si è tenuto il concerto di Fedez (all’interno del GoaBoa Festival) è la spendida location. Il mare, a due passi dal palco, ha fatto da cornice a questo bellissimo concerto di Fedez, che una volta per tutte si scrolla di dosso le critiche (dopo la recente rissa in discoteca al Just Cavalli a Milano), cantando con forza, almeno in parte, i suoi più grandi successi.

Cosa colpisce di un concerto di Fedez? Sicuramente risalta subito all’occhio l’adattamento “televisivo” dell’evento (grande schermo al centro del palco, con immagini e video) con questa voce narrante che fa di sottofondo ed apre ogni canzone, che ti introdue nell’esperienza “lotta sociale” o meglio “lotta contro il sistema politico italiano”. Il mio professore di italiano avrebbe etichettato Fedez come un sovversivo o facinoroso. E invece non lo è.
E’ sempre difficile comprendere la sottile linea che separa la lotta sociale e “l’essere uno del popolo” con il successo musicale. Questo artista nostrano, per tutto il concerto non ha fatto altro che insultare l’italiano medio, invaso dagli stereotipi e preso in giro dalla mattina alla sera dal proprio governo. Ma il fatto è che non si capisce se Fedez impersoni veramente quello che dice o se stia semplicemente imitando quel “essere uno del popolo” che lo ha reso una star del rap.

Per carità le sue idee si possono sposare o meno, e il più delle volte sono tutte idee sensate e giuste (attaccare i nostri politici è come sparare sulla croce rossa), ma al di là di questo, l’efficacia che un suo concerto ha sugli spettatori, sul “popolo”, è incredibile. Fedez coinvolge tutti e tutto nella sua magnifica ragnatela politica, insultando, ammiccando, discutendo e facendo riflettere.
Un format di successo e sicuramente ripetibile (come sta esattamente e sistematicamente riproducendo ad ogni suo concerto), che ha sicuramente in Fedez il protagonista numero uno e l’unico attore in grado di interpretare questo ruolo.

Ma parlando di musica, com’è stato l’evento? Incredibilmente buono. A tratti musica, voce e capacità vocali da primo premio in una qualsiasi gara di canto. Peccato che qui l’attore numero uno, o meglio, l’attrice numero uno, non sia Fedez, ma Vivian Grillo. Già nota per la sua partecipazione ad XFactor, e personalità scenica da 10, Vivian è la vera (se non l’unica) cantante presente nel tour di Fedez. Che voce. Ma le capacità canore da sole non bastano, impossibile immaginarsi 10mila persone che inneggiano la bravissima Vivian, che purtroppo, non possiede lo stesso sex appeal di Fedez, che come ultima chicca della sua impegnatissima “lotta sociale”, si spoglia a petto nudo a fine concerto e si lancia sul pubblico all’interno di una palla trasparente.

Nicolò Di Leo