spiagge

Il Ministero dell’Interno ha da poco comunicato il livello di massima allerta in una serie di porti e spiagge nazionali, rispetto alla minaccia terroristica proveniente dai Balcani. La notizia arriva dopo il recente monitoraggio della situazione da parte dei servizi segreti italiani: Ancora, Bari e Brindisi sembrano gli obiettivi più probabili dell’Isis, insieme con le zone circostanti chiaramente. Tale scelta è dovuta al fatto che, come riportato in via ufficiale: “La regione balcanica è nodale per il radicalismo di matrice islamica, soprattutto per l’ attivismo incessante di soggetti e di gruppi estremisti di orientamento salafita, sempre più coinvolti nel reclutamento e nel trasferimento di jihadisti in territorio siriano e iracheno”.

Nel nostro caso, sarebbe proprio l’Albania il fulcro di questi focolai terroristici, oltre al territorio di: Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Montenegro e Serbia (area del Sangiaccato), che ruotano attorno a leader perlopiù bosniaci e di etnia albanese. Anche l’intelligence britannica ha recentemente diffuso diverse informazioni circa l’entità della minaccia dello Stato Islamico nei territori inglesi, si tratterebbe di una nuova forma di terrorismo nata per attaccare più che altro mercantili e navi militari, attraverso l’immolazione di seguaci che in queste missioni si schiantano contro il loro obiettivo.