Bomba carta

Sono stati i tifosi juventini a lanciare la bomba carta nel derby di Torino: è questa l’ultima versione riportata dalla Polizia. Facciamo un passo indietro per ricostruire la vicenda. Poco prima del fischio d’inizio del derby di Torino, è esplosa una bomba-carta nel settore dei tifosi granata. Lo scoppio ha ferito lievemente 11 ultrà. Secondo la prima ipotesi circolata, l’ordigno sarebbe stato lanciato dai supporter juventini verso gli spalti dei tifosi del Torino, precisamente verso la “curva Primavera” dello stadio Olimpico. Questa mattina il primo dietrofront della Procura: nelle immagini raccolte dalla Digos non si vede nessun oggetto scagliato dai tifosi bianconeri contro i “rivali” del Torino. O meglio, circa quindici secondi prima dell’esplosione i supporter juventini lanciano un fumogeno a luce rossa, che però scoppia senza alcuna conseguenza. Secondo la Procura, il lancio di questo fumogeno ha ingannato nella prima ricostruzione dei fatti, avvalorando la tesi del lancio della bomba-carta da parte degli juventini. La bomba-carta sarebbe stata costruita e poi accesa direttamente sul posto da parte dei tifosi granata. La Procura ha comunque lasciato aperta ogni ipotesi investigativa. Tuttavia, in serata arriva il nuovo dietrofront. Infatti, la Polizia ha confermato la prima versione: sono stati i tifosi bianconeri a lanciare la bomba carta.

Intanto il giudice sportivo, Giampaolo Tosel, oggi non ha preso nessuna decisione e ha richiesto ulteriori indagini alla Procura Federale, rinviando ogni provvedimento. In ogni caso, resta irrisolto l’interrogativo principale: come ha fatto ad entrare nello stadio la bomba-carta?  Il questore di Torino Salvatore Longo commenta a proposito: “Stiamo cercando di vedere e rivedere tutti i filmati. E’ chiaro che il filtraggio non è stato fatto su tutte le persone che entravano nei settori, almeno questo mi sento di dire in questo momento. Ci riserviamo di vedere se ci sono state altre evenienze. Ci sono stati arresti, così come ci sono stati arresti dopo l’esplosione della bomba carta”.

IL VIDEO DELL’ESPLOSIONE