Egitto

EGITTO – Due turisti russi hanno girato e diffuso sul web un video porno amatoriale all’ombra delle piramidi d’Egitto. Il filmato risale a qualche mese fa, ma i media egiziani hanno diffuso la notizia solamente poche ore fa. Il ministro delle Antichità, Mamdouh al-Demati, si è visto costretto a intervenire e ha riferito che il video è stato girato “illegalmente” da una “turista straniera” e che sono già iniziate le indagini.

Il segretario generale del Consiglio supremo delle antichità Mustana Amin, interpellato da Aki – Adnkronos International, ha sottolineato come “non sia stata data alcuna autorizzazione a filmare queste scene e quanto i siti archeologici siano inviolabili”. Inoltre, ha aggiunto: “Non è mai stata data un’autorizzazione perché per autorizzare una registrazione video vi sono due condizioni: che il luogo non venga danneggiato e che le scene non siano contrarie alle tradizioni egiziane. Il filmino è stato girato alla luce del sole e i responsabili della zona non potevano non esserne a conoscenza”. L’intera vicenda ha messo in imbarazzo le autorità del Cairo che si stanno impegnando fortemente per rilanciare il turismo nel Paese, un settore che è stato duramente colpito dalla rivoluzione iniziata nel 2011 contro Mubarak. Le piramidi di Giza e la Grande Sfinge sono i simboli più conosciuti dell’intero Egitto e le principali attrazioni per i turisti.

Scena del video.jpg