Barcellona_

BARCELLONA – Un’esplosione in un’azienda di prodotti chimici di Igualada (Barcellona) ha costretto la Protezione Civile a lanciare l’allarme per una nube tossica. Gli abitanti del comune di Igualada e di quelli nelle vicinanze sono stati costretti a barricarsi in casa sigillando sia le porte che le finestre e gli è stato ordinato di non andare a prendere i bambini a scuola fino a quando non è terminata l’emergenza.

Secondo quanto riporta la Protezione Civile, l’incidente è avvenuto intorno alle 9 di questa mattina all’esterno dell’azienda chimica Simar sita in via Paios Baixos a Igualada nella provincia di Barcellona. Gli operai stavano effettuando dei lavori di carico e scarico quando due componenti chimici si sono mescolati e hanno creato una potente esplosione e fatto innalzare una densa nube tossica di colore arancione. Due lavoratori sono stati trasportati in ospedale a seguito dell’inalazione del gas tossico.

La Protezione Civile ha attivato il piano di emergenza nei comuni vicini di Odena, Santa Margaridade Montbui e Vilanoca del Camì (sempre nella provincia di Barcellona) dove vivono circa 60.000 persone. L’assessore agli interni del governo catalano ha spiegato che “la nube tossica tarderà a dissolversi”. Quest’ultimo ha fatto in modo che i bambini rimanessero confinati nelle scuole fin quando non è cessato il pericolo. 

Nube tossica