morso suarez

Giorgo Chiellini mostra i segni del morso di Suarez

Stando alle dichiarazioni di ieri di Luis Suarez, il morso a Chiellini non c’è mai stato: pure invenzioni dei media. “In nessun modo è andata come è stato descritto: dopo l’impatto ho perso l’equilibrio, rendendo il mio corpo instabile e cadendo sulla parte superiore del mio avversario. In quel momento, ho sbattuto la mia faccia contro il giocatore, procurandomi un forte dolore tra i denti”. Oggi, invece, Suarez fa retromarcia e si scusa con tutti in una lunga lettera aperta pubblicata su Twitter: “Mi pento profondamente e posso assicurare che episodi del genere non accadano mai più con me protagonista”.

LEGGI ANCHE: Suarez, non solo Bakkal, Ivanovic e Chiellini: i morsi sono otto

ECCO IL TESTO COMPLETO DELLE SCUSE A CHIELLINI – “Dopo alcuni giorni in cui sono rimasto a casa con la mia famiglia, ho avuto modo di riflettere sui fatti e sulla realtà di quanto accaduto durante la partita Italia-Uruguay del 24 giugno 2014. A prescindere dalle dichiarazioni contraddittorie di questi giorni, tutte effettuate senza voler interferire con la buona riuscita della spedizione della mia Nazionale, quello che è certo è che il mio collega Giorgio Chiellini ha sofferto gli effetti fisici di un morso dopo un contatto con me e pertanto: mi pento profondamente, chiedo scusa a Giorgio Chiellini e a tutta la grande famiglia del calcio, mi impegno pubblicamente a far sì che non accada mai più un episodio simile con me tra i protagonisti.
Montevideo, 30 giugno 2014″.

LA RISPOSTA DI CHIELLINI – Dopo le rabbiosa reazione nel dopo partita di Italia-uruguay, già nei giorni scorsi Giorgio Chiellini aveva “perdonato” Luis Suarez, considerando eccessiva la squalifica di quattro mesi e di nove giornate di stop imposte all’attaccante uruguaiano. Così, poco dopo il tweet di Luis Suarez arriva anche la risposta del difensore azzurro: “E’ tutto dimenticato. Spero che la Fifa ti riduca la sanzione”. Tuttavia, la Fifa non sembra proprio dello stesso parere, ma anzi tramite il suo portavoce ha già consigliato a Luis Suarez di farsi curare.

LEGGI ANCHE: Suarez, la sentenza: 4 mesi di squalifica e 100mila franchi di multa

E IL BARCELLONA SI INVENTA LA “CLAUSOLA MORSO” – Dopo i bonus legati alle presenze in campo, ai gol e alle prestazioni, ecco la nuova trovata dei dirigenti del Barcellona: la clausola anti-morso. Secondo quanto riporta il Daily Mirror, infatti, il Barcellona, fortemente interessato a Suarez, avrebbe preteso l’inserimento di questa particolare clausola nell’accordo con il Liverpool: se Suarez dovesse mordere nuovamente un avversario, per lui scatterebbe la rescissione automatica del contratto. A mali estremi, estremi rimedi.