diabete

Pericoli dei succhi di frutta: diabete e obesità

Uno studio inglese rivela che succhi di frutta di produzione industriale e bevande zuccherate simili sono molto dannose per la salute di tutti, ma soprattutto per quella dei bambini. In queste piccole vittime il pericolo è di contrarre il tenera età il diabete di tipo 2 e diventare obesi, nonché di essere soggetti a patologie cardiache. Si tratta di un rischio non indifferente, considerata la facilità con cui questo tipo di bevande preconfezionate viene consumato sulle tavole dei Paesi civilizzati.

LEGGI ANCHE: Sarah beve acqua ogni giorno e ringiovanisce di 10 anni. La sua storia

La ricerca in questione dimostra che succhi di frutta industriali e bevande zuccherate apportano una quantità di zuccheri semplici superiore del 40% alla quantità giornaliera necessaria all’organismo. Questo fatto può comportare il grave pericolo di mettere troppo sotto sforzo il pancreas, che produce la bile in grado di smaltire gli zuccheri presenti nel sangue. Si tratta, peraltro, di zuccheri semplici e dunque capaci di fornire un apporto energetico immediato ed elevato, che viene trasformato in grasso se non smaltito con dell’attività fisica: di qui il rischio obesità.

LEGGI ANCHE: Crowdsourcing: ecco come capire se tuo figlio è a rischio obesità

A rilasciare importanti dichiarazioni circa lo studio inglese è stato il professor Tom Sanders, pubblicando un articolo sulla rivista “The Lancet”. Nel breve testo è possibile leggere alcuni consigli su come evitare l’imminente catastrofe: “Mettete soltanto acqua sulle vostre tavole. I succhi sono pericolosi, così come tutte le bevande zuccherate.” E’ questa la denuncia del professor Sanders, mentre ogni giorno moltissimi consumatori di bevande zuccherate continuano ignari a condurre uno stile di vita rischioso.