mondiali girone

A una partita dal termine della prima fase dei Mondiali, la situazione è ancora incerta in molti gironi e non è facile prevedere quali saranno le squadre a qualificarsi agli ottavi di finale. Il regolamento Fifa prevede che in caso di parità di punti il primo criterio preso in considerazione sia la differenza reti generale tra le due squadre,mentre  in caso di ulteriore parità verrà considerato il numero dei gol fatti. Nel caso in cui due o più nazionali si trovassero ancora in parità, verranno utilizzati, sempre nell’ordine, questi ulteriori parametri: maggiore numero di punti negli scontri diretti, migliore differenza reti e infine maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate. Vi riportiamo la situazione di ogni girone.

LEGGI ANCHE: Mondiali, tutte le partite trasmesse dalla Rai: orari e palinsesto

GIRONE A: Brasile 4, Messico 4, Croazia 3, Camerun 0. Croazia-Messico e Camerun-Brasile sono le partite conclusive di questo girone. Il Brasile passa il turno al primo posto se sconfigge il Camerun (al secondo posto solo se il Messico batte la Croazia segnando due gol in più del Brasile contro il Camerun). Il Brasile passa il turno anche in caso di pareggio (ma al primo posto solo se pareggiano anche Messico e Croazia), mentre in caso di sconfitta, passa il turno (in ogni caso come seconda) se Messico e Croazia non pareggiano. Il Messico per passare il turno non deve perdere contro la Croazia, a prescindere dall’esito di Camerun-Brasile. I croati invece devono battere il Messico per qualificarsi, basterebbe anche il pareggio se il Brasile fosse sconfitto dal Camerun: in questo caso passerebbero Messico e Croazia. Zero possibilità per il Camerun.

GIRONE B: Olanda 6, Cile 6, Australia 0, Spagna 0. La situazione è più chiara nel girone B, dove Australia e Spagna sono già aritmeticamente eliminate e l’ultima partita vede affrontarsi proprio Olanda e Cile per stabilire chi sarà la prima del girone. In caso di pareggio, l’Olanda si classificherebbe al primo posto grazie alla migliore differenza reti: +5 contro il +4 del Cile.

LEGGI ANCHE: Mondiali, clamoroso Spagna: eliminati i campioni del mondo

GIRONE C: Colombia 6, Costa d’Avorio 3, Giappone 1, Grecia 1. Grecia-Costa d’Avorio e Colombia-Giappone sono le partite dell’ultimo turno. La Colombia è già matematicamente qualificata: può perdere il primo posto del girone solo se viene sconfitta dal Giappone e se la Costa d’Avorio batte la Grecia con almeno quattro gol di scarto. Giappone e Grecia devono vincere per sperare nella qualificazione, ma potrebbe non bastare: la Grecia vincendo supera la Costa d’Avorio e non passa solo se il Giappone batte la Colombia. Bisognerebbe comunque valutare la differenza reti tra Giappone e Grecia, ora favorevole al Giappone. Alla Costa d’Avorio basta un pareggio, a meno che il Giappone sconfigga la Colombia con almeno due gol di scarto.

GIRONE D: Costa Rica 6, Italia 3, Uruguay 3, Inghilterra 0. L’Uruguay per qualificarsi deve per forza vincere, mentre all’Italia basta il pareggio in virtù della migliore differenza reti con l’Uruguay (0 contro -1): naturalmente se l’Italia perde è fuori dal Mondiale. La Costa Rica è già matematicamente qualificata: perde il primo posto solo se viene sconfitta dall’Inghilterra e non finisse in pareggio tra Italia e Uruguay. A questo punto bisognerebbe verificare la differenza reti:  nel caso degli azzurri, se l’Italia raggiungesse la differenza reti della Costa Rica si guarderebbero i gol fatti e l’Italia quindi dovrebbe segnare almeno tre gol (Costa Rica è a +4, Italia a +2: in caso di parità conta lo scontro diretto che l’Italia ha perso). Superando la differenza reti della Costa Rica non sarebbe necessario guardare i gol fatti, ma questo accadrebbe solo a determinate condizioni: se Costa Rica perde di uno, l’Italia deve vincere con tre gol di scarto (vincere 3-0 con l’Uruguay), se Costa Rica perde di due, ci vogliono due gol di scarto, se Costa Rica perde di tre, all’Italia basta un gol di scarto (vincere 1-0). Invece, l’Inghilterra è già fuori dai giochi.

LEGGI ANCHE: Mondiali, Italia-Costa Rica: gli azzurri passano il turno se…

GIRONE E: Francia 6, Ecuador 3, Svizzera 3, Honduras 0. Ecuador-Francia e Honduras-Svizzera sono le partite conclusive. Per passare con certezza al primo posto alla Francia basta il pareggio, passa al secondo posto solo se perde con più di tre gol di scarto con l’Ecuador o se perde e la Svizzera sconfigge con tanti gol di scarto l’Honduras. Se Ecuador e Svizzera fanno lo stesso risultato, passa l’Ecuador per la migliore differenza reti. La Svizzera passa se vince o pareggia, nel caso in cui l’Ecuador sia sconfitto dalla Francia. Pochissime le speranze dell’Honduras che passerebbe solo se vincesse segnando moltissimi gol di scarto e l’Ecuador fosse sconfitto.

GIRONE F: Argentina 6, Nigeria 4, Iran 1, Bosnia ed Erzegovina 0. Argentina-Nigeria e Iran-Bosnia Erzegovina sono le ultime partite. La Bosnia è già eliminata, mentre l’Argentina è già qualificata e le basta non perdere contro la Nigeria per passare al primo posto. L’Iran ha ancora la possibilità di passare il turno: la Nigeria deve perdere contro l’Argentina e l’Iran deve battere la Bosnia, poi tutto dipenderà dalla differenza reti. Un caso curioso si avrebbe se i risultati fossero Argentina-Nigeria 1-0; Iran-Bosnia 1-0. Iran e Nigeria avrebbero gli stessi punti (quattro), la stessa differenza reti (zero), gli stessi gol fatti (uno) e lo scontro diretto è finito 0-0: si ricorrerebbe al sorteggio per stabilire la squadra qualificata.

LEGGI ANCHE: Mondiali Brasile 2014: highlights seconda giornata

GIRONE G: Germania 4, Stati Uniti 4, Ghana 1, Portogallo 1. L’ultima partita vede affrontarsi Germania e Stati Uniti, in testa al girone con 4 punti: chi vince passa per prima, in caso di pareggio si qualificano entrambe ma la Germania al primo posto per la migliore differenza reti. Nella sfida tra Ghana e Portogallo entrambe hanno bisogno di una vittoria per sperare: è necessario poi che l’altro match non finisca in pareggio e che vinca o la Germania o gli Stati Uniti. Meglio la Germania, visto che a parità di punti conterà la differenza reti e gli Stati Uniti sono +1 (mentre i tedeschi a +4 e quindi difficilmente superabili). Sarebbe più facile il compito per il Ghana che parte da una differenza reti di -1, mentre il Portogallo è a -4 e quindi la vittoria con il Ghana potrebbe non bastare.

GIRONE H: Belgio 6, Algeria 3, Russia 1, Corea del Sud 1. Algeria-Russia e Corea del Sud-Belgio sono le due partite conclusive. Il Belgio è già qualificato e passa con certezza al primo posto in caso di vittoria o pareggio: in caso di sconfitta con la Corea e di vittoria dell’Algeria, bisognerebbe valutare la differenza reti. Con la vittoria la Russia di Fabio Capello si qualificherebbe agli ottavi(tranne se la Corea batte il Belgio segnando più gol della Russia contro l’Algeria). La Corea del Sud deve vincere e poi confrontare la differenza reti con Algeria (in caso di pareggio tra Russia e Algeria) o con la Russia (in caso di vittoria dei russi).