galline

L’inizio del processo: il macchinario acquisisce le galline

Helsinki – Galline vive macinate interamente: il disgusto sale anche per chi non tenesse alla salvaguardia delle sensazioni di un animale che viene macellato ancora in stato di piena e vigile coscienza. E’ stato girato in Finlandia il video che state per osservare, in cui viene mostrata la “Chick Pulp”: si tratta del macchinario che tritura qualsiasi cosa, comprese ossa e interiora di ogni genere. Con quanto prodotto da questa macellaia d’acciaio vengono poi prodotti i saporitissimi hamburger che arrivano sulle tavole di molti consumatori.

LEGGI ANCHE: Kebab, ecco il video choc: quando vedrai com’è fatto non lo mangerai più

Sarebbe anche ingenuo pensare che quei consumatori non siamo proprio noi italiani, dato che ormai l’importazione di prodotti anche freschi ed a breve scadenza non è un problema per chi gestisce questo business. La rivoluzione del Chick Pulp è la velocità: questa macchina della morte può tritare fino a 5.000 galline in un’ora per farne carne macinata apparentemente identica a quella che dovremmo mangiare. Tuttavia, anche questa precisazione risulta ingenua, se si pensa che ad oggi non sappiamo esattamente cosa mangiamo finché non salta sul web qualche video terrificante.

LEGGI ANCHE: Il cibo ci uccide: tutto quello che le multinazionali non ti hanno mai detto

A produrre quest’inumano congegno è stata l’azienda Petsmo, il cui portavoce ha spiegato che vengono utilizzate per questo tipo di macellazione soltanto le galline che non sono più produttive. Insomma, gallina vecchia fa buon hamburger. “Uccide gli animali senza stress“, dichiara il rappresentante Petsmo, riferendosi evidentemente allo stress di chi pone fine alle sofferenze di un animale da macello prima ancora di farne saporiti tranci.

LEGGI ANCHE: Ue: fuorilegge le piccole coltivazioni. Vietato auto-prodursi il cibo

“Anche moltitudini di galline infette possono essere smaltite in modo molto efficiente ed estremamente sicuro direttamente in azienda”, continua il portavoce, tentando di rassicurare il pubblico con un’affermazione ancor più allarmante delle precedenti rivelazioni sulla Chick Pulp. A quanto pare conviene affidarsi alle proprie mani, in una società sempre più dipendente da fast-food e take-away.

ATTENZIONE: il video non è adatto ai soggetti emotivamente sensibili.

IL VIDEO CHOC