asteroide

La notizia che sta diffondendo panico dagli Stati Uniti è stata resa nota da un televangelista del calibro di Pat Robertson, 84enne diventato famoso per le pregresse “predizioni” sul Giudizio Universale che pare attenderci tutti. Il magnate americano è stato recentemente ospite del programma televisivo “The 700 Club”, in onda sul canale americano Abc Family. Robertson ha riesumato una teoria da lui già diffusa tramite i media alcuni anni fa: ricollegandosi ad una sua profezia sull’apocalisse già conosciuta ed ai temi da lui trattati nel libro “The End of The Age”, l’84enne è tornato a far parlare di sé.

LEGGI ANCHE: “Morirà di cancro 1 italiano su 2″: oncologo lancia allarme nazionale

L’uomo ha invitato il pubblico americano a considerare che l’avvicinarsi di un asteroide nella prossima settimana potrebbe causare un disastro di proporzioni mastodontiche. Peccato, però, che Robertson abbia dato l’infelice notizia attraverso choccanti dichiarazioni di puro allarmismo: “Stare pronti“, ha invitato il magnate mediatico, “la prossima settimana un asteroide colpirà la Terra”. E’ proprio questo categorico indicativo presente che ha portato panico tra la popolazione statunitense ed ha portato la notizia a diffondersi così largamente in tutto il mondo.

Tuttavia, Robertson ha tenuto quasi subito ad “aggiustare il tiro” delle proprie dichiarazioni, passando alla formulazione di un’ipotesi che, se considerata in quanto tale, si rivela ai limiti dell’assurdità. “Potrebbe accadere la prossima settimana”, si corregge l’84enne, “o a mille anni da oggi, ma comunque dobbiamo essere pronti al momento il cui il Signore dice che ‘è il momento di tornare a casa’”. Insomma, la previsione tanto allarmista con cui si era aperta l’arringa di Pat Robertson si è trasformata nella solita predica televangelica.

LEGGI ANCHE: Prevedere la morte 5 anni prima: sarà possibile con analisi del sangue

Uno di questi giorni… Pow!”, conclude l’anziano magnate, ma la metafora del “carpe diem” è una storia già sedimentata nelle menti di chi possiede un livello minimo di scolarità. In realtà, la Nasa monitora costantemente l’andamento dei corpi celesti che circondano il nostro pianeta e che possono costituire una vera minaccia per la Terra. Non c’è, dunque, da fidarsi del parere di personaggi televisivi privi di referenze nel campo scientifico.

LEGGI ANCHE: Ha metà cervello, ma è un bambino normale. I medici: “Era condannato”