Ruby Rubacuori e Silvio Berlusconi in versione "fumetto"

Ruby Rubacuori e Silvio Berlusconi in versione “fumetto”

Ruby – Luci ed ombre delle “leggendarie” notti di Arcore raccontate in una graphic novel. Dal 28 febbraio, al fianco dei più blasonati titoli del genere, come “Sin City”, gli appassionati di fumetti potranno trovare e -perchè no?- acquistare un volume che è destinato a far parlare molto di se.

L’ idea è venuta ad un trio d’ eccezione. I giornalisti Gianni Barbacetto e Manuela D’Alessandro hanno unito le loro forze con il disegnatore Luca Ferrara e, dall’ unione delle tre geniali menti è nata questa iniziativa, tanto originale quanto, in un certo senso, “storica”. “Ruby. Sesso e potere ad Arcore” è il titolo dell’ opera, edita da Round Robin, che mira a raccontare, con il linguaggio universale dei “comics”, una pagina controversa della vita politica italiana. Il “Ruby gate” ha tenuto incollati a televisori e giornali curiosi, sostenitori politici e detrattori del Cavaliere sin dal 2010, quando lo scandalo di Arcore è ufficialmente scoppiato. Le strisce di “Ruby. Sesso e potere ad Arcore” partono dal principio, dalle cene a Villa San Martino, residenza di Silvio Berlusconi, all’ incontro dell’ ex Premier con Karima El Mahroug, meglio conosciuta come Ruby. Tra presunte “notti bollenti”, gossip, accuse e starlette, la graphic novel introduce eventi e personaggi di questo “Grande Fratello” politico, il tutto basato sulla lettura degli atti giudiziari, fedelmente riportati nel libro.

Nel fumetto vi sono tutti, ma proprio tutti gli “attori” della vicenda, dall’ igienista dentale Nicole Minetti alla “rossa” Ilda Boccassini, il procuratore aggiunto che risulterà essere l’ accusatrice numero uno di Berlusconi. La graphic novel si conclude con un coinvolgente “botta e risposta” tra la Boccassini e gli avvocati difensori del Cavaliere, preludio alla condanna inflitta all’ imputato Berlusconi di sette anni più interdizione dai pubblici uffici per i reati di prostituzione minorile e concussione, inflitta al Presidente del Milan dal Tribunale di Milano il 24 giugno 2013.

Non resta che attendere la data d’ uscita prevista per sapere se l’ evento editoriale del mese riscuoterà un successo pari alla curiosità che ha già suscitato.