radiazioni

La Sindrome Ciclopica, causata dall’uranio impoverito dei proiettili risalenti alla guerra

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sta lavorando con il Ministero iracheno della Sanità sulla percentuale di nascituri che presentano forme di gravi malformazioni congenite: una tra queste ha fatto parecchio discutere, perché è stata documentata la presenza della mutazione che rende i neonati letteralmente ciclopi, come mostrano le foto. Non sono colpiti da questa particolare mutazione soltanto gli esseri umani, ma anche gli animali non umani di varie specie, in percentuali allarmanti quanto sempre crescenti, tanto che la mutazione è stata chiamata “Sindrome Ciclopica“. Il sondaggio effettuato dai maggiori enti mondiali ed iracheni è stato attuato su circa 10.800 famiglie dell’Iraq, tra le quali moltissime hanno presentato, nelle nuove generazioni, i cambiamenti genetici portati dalle conseguenze della guerra e dell’occupazione del Paese da parte degli Usa tra 2003 e 2011. Questi effetti così devastanti sono causati dall’uranio impoverito, utilizzato nelle munizioni durante le grandi guerre per la sua capacità di perforazione, elemento di grande potere radioattivo e notoriamente capace di generare forme tumorali nell’essere umano, perché si fissa nei polmoni. Alla luce di ciò, ancora non è chiaro perché in Iraq l’effetto delle radiazioni più diffuso sia proprio la Sindrome Ciclopica, rispetto alle altre mutazioni che si sono manifestate molto di più in altre regioni geografiche colpite dalla guerra nucleare.

Gallery: immagini di bambini e neonati con la Sindrome Ciclopica

 

fonte: corrieredelmattino