freddo fa dimagrire

Freddo – Secondo un recente studio, patire le basse temperature fa bruciare più grassi. Infatti i brividi che si provano per il freddo contribuirebbero a trasformare il grasso bianco (di riserva) in grasso bruno (da bruciare). Lo studio in questione è stato condotto negli Stati Uniti dall’Istituto nazionale del diabete e malattie digestive e renali (Niddk) e pubblicato su Cell Metabolism.

Lo scienziato italiano Francesco Saverio Cinti, autore principale di questo studio, ha spiegato che in determinate situazioni anche l’uomo è in grado di trasformare il grasso bianco in bruno. E’ stato scoperto, infatti, che sono i brividi provocati dal freddo il meccanismo chiave che fa produrre ai muscoli l’ormone che favorisce la trasformazione del tessuto adiposo bianco in tessuto adiposo bruno e che attiva il tessuto bruno facendogli bruciare calorie.

I TEST- Per avvalorare lo studio sono stati svolti alcuni test. Alcuni volontari sono stati sottoposti a temperature che variavano dai 18 ai 12 gradi per un tempo di 10-15 minuti. Questi sbalzi di temperatura hanno scatenato i brividi di freddo. Dalle analisi del sangue è stato provato che il freddo fa aumentare i livelli di Irisina. Inoltre, in questi casi, l’ormone collabora con un fattore di crescita chiamato FGF21 che aiuta a trasformare il tessuto adiposo bianco in bruno.

Questa è la conferma per Cinti, che il freddo aiuti a bruciare più grassi. Per questo motivo, lo scienziato ha consigliato di eseguire esercizio fisico a basse temperature, in quanto il freddo rende l’attività fisica più efficace. Naturalmente gli sviluppi che si vogliono dare a questa ricerca potrebbero avere delle interessanti ricadute su malattie come diabete ed obesità. Si attendono quindi buone notizie in merito e, nel frattempo, meglio abbassare il termostato.

Fonti: TGcom24, Leonardo.it