neknominate Si chiama “NekNominate” il nuovo, pericolosissimo trend che sta spopolando sul web. In Italia, probabilmente, il termine non dirà nulla, ma nel resto del mondo, specialmente in Gran Bretagna, la moda  consistente nel bere tutto d’ un fiato grandi quantità di alcolici – dalla birra alla Vodka – postando le proprie “bravate” sui social e sfidando gli amici a fare altrettanto, ha mietuto nei giorni scorsi due giovani vittime.

Ross Cummins e Jonny Byrne – rispettivamente di 22 e 19 anni – sono stati ritrovati cadaveri a Dublino. Al momento del drammatico rinvenimento, Ross versava già in avanzato stato di coma etilico in casa, mentre il cadavere di Jonny galleggiava in un fiume poco distante dall’ abitazione. L’ elenco dei decessi a causa del “drinking game” più in voga del momento è drammaticamente destinato ad allungarsi, perchè il NekNominate è una mania in crescita esponenziale non solo tra i giovanissimi; inoltre si estende a macchia d’ olio grazie alla diffusione dei video dei “giocatori” sui social network. Una bravata che, come denunciato dagli esperti, rischia di essere nociva per la salute. Secondo l’ opinione del professore Michael Ferrel, direttore della University of  New South Wales’ National Drug and Alcohol Research Centre infatti, il NekNominate non solo può condurre alla morte, ma può anche comportare gravi rischi per propria ed altrui salute ( come lo smisurato incremento di casi di cirrosi epatica, di intossicazione da alcol o, come accaduto in Irlanda, di coma etilico ) : la prova di ciò è visibile purtroppo agli occhi del popolo della rete, grazie ai video postati dagli internauti patiti del fenomeno che mostrano come siano in aumento i casi di comportamenti antisociali irresponsabili sotto l’ effetto di alcol. Quella che sembra essere la trama di una pellicola di serie B rischia seriamente di divenire una brutale e sempre più estesa realtà, nella quale, invece che ammazzare la noia, la moda del NekNominate stronca delle vite.