ritorno della lira

Ritorno della Lira – Nella giornata di ieri si è diffusa sul web la notizia del ritorno della Lira nel nostro Paese. Vnews24 ha riportato l’informazione come ufficiosa citando come fonte unica il giornale che ha dato la tanto attesa notizia: Il Corriere Del Mattino. Nella giornata di oggi è arrivata in forma ufficiale la smentita del Governo, che ha dichiarato come il ritorno alla Lira è sì una proposta vigente, caldeggiata in particolare dal M5S, ma che non ha avuto nessuna attuazione dal punto di vista legislativo e che non è mai stata discussa in forma ufficiale dalle Camere.

DESIDERIO INESPRESSO:
La velocità con cui si è diffusa la notizia di un ritorno “quasi immediato” alla Lira rispecchia il desiderio sempre più crescente degli italiani di tornare alla tanto amata moneta tradizionale, discendente sicuramente ingombrante per un Euro che ha raddoppiato i prezzi e incrementato il costo della vita.

RITORNO POSSIBILE, MA IN FUTURO:
Il ritorno alla Lira non avverrà entro quest’anno, ma sicuramente è possibile sia dal punto di vista legislativo sia dal punto di vista politico. I cittadini italiani, nel caso di un referendum, secondo gli ultimi sondaggi sarebbero largamente favorevoli al suo ritorno. Il Movimento Cinque Stelle ha già proposto una votazione popolare per il ritorno alla Lira, e considerando che la politica dovrebbe rispecchiare i desideri del popolo, un ritorno alla tanto amata moneta non dovrebbe essere così lontano.

RITORNO ALLA LIRA: SCELTA GIUSTA?:
Ed ecco che sorge l’interrogativo più importante, è la scelta giusta tornare alla Lira? porterebbe effettivamente un vantaggio economico al nostro Paese?  Le tesi a favore e contro sono numerose, certo l’uscita dell’Italia dall’euro non sarebbe presa di certo bene dai mercati europei, ma la sovranità popolare e l’autonomia nazionale che deriverebbero da una decisione in tal senso potrebbero risollevare l’Italia sia come nazione sia come nuovo polo commerciale con il ricco commercio del cambio di valuta. Una risposta sicura non c’è, lasciamo ai nostri lettori le opportune riflessioni.